Manovre del corpo

Immagine decorativa

Il fatto che non ci siano qui vicino comandi di vigili permanenti stipendiati (il più vicino è a Bolzano a 50 km) ci impone di essere particolarmente rapidi nelle partenze (circa 3 minuti giorno e notte) e preparati per gli interventi che siamo chiamati a compiere, pertanto ci addestriamo innanzitutto frequentando i corsi che svolge la Scuola Provinciale Antincendio dei volontari, della quale facciamo parte.

Ogni settimana, il lunedì sera, effettuiamo esercitazioni pratiche (condizioni atmosferiche permettendo) studiate dai capi squadra e che consistono in: prova automezzi, prova attacco all'incendio, prova autoprotettori in percorsi di fumo, prova pinza idraulica e simulazione incidente stradale, prova aspirazione motopompa, prova stendimento tubi, prova evacuazione fumi, prova spegnimento idrocarburi con schiumogeno, prova estintori per spegnimento quadri elettrici, prova calata su corde con discensore, prova cordami e nodi, prova evacuazione edifici, scala italiana, scala a ganci, scala controventata, prova sblocco ascensore, prova efficienza idranti (2 volte all'anno).

Manovre di distretto

Due volte all'anno sono previste due esercitazioni che coinvolgono tutti i corpi del nostro distretto, cioè quello della Val di Fassa, che è composto da 6 corpi di vigili volontari.

Una si svolge verso il mese di giugno e si identifica con il convegno distrettuale l'altro evento ha luogo invece in autunno e consiste in una manovra di incendio boschivo a sorpresa.
Questo è più o meno il nostro programma di addestramento, sperando sempre di non dover intervenire.

Il convegno

Il convegno distrettuale ogni anno viene organizzato a rotazione in uno dei paesi della valle. Il programma di massima è il seguente: ore 8.30 adunata e sfilata dei vigili e automezzi, ore 9.00 S. Messa al campo, ore 10.00 inizio manovre (ogni corpo svolge un' esercitazione o simulazione reale di intervento), quindi seguono i discorsi delle autorità convenute e pranzo per chiudere.