Ti trovi in:

Home » Aree tematiche » Servizi Scolastici » Assegni di studio

Assegni di studio

Immagine decorativa

Il Comun General de Fascia mette a disposizione degli studenti residenti in Val di Fassa appositi finanziamenti per la copertura parziale delle spese scolastiche. 

In particolare sono previsti questi interventi:

a) ASSEGNI DI STUDIO

  • agli studenti residenti in Val di Fassa possono essere concessi assegni di studio destinati alla copertura, almeno parziale, delle spese sostenute dalle famiglie per l’istruzione dei figli (scuola primaria, scuola secondaria, percorsi di formazione professionale);
  • nell’ambito delle spese ammissibili rientrano in primo luogo quelle di vitto, alloggio e trasporto;
  • non possono rientrare le voci di spesa, ancorché sostenute, per le quali sia già prevista una diversa forma di sostegno.
  • l’importo di tali assegni è definito sulla base della condizione economica familiare, secondo quanto stabilito dalla deliberazione della Giunta provinciale n. 1076 del 29 giugno 2015 e s.m., nonché del merito scolastico raggiunto dallo studente beneficiario;
  • in ogni caso l’assegno non può essere superiore alla spesa effettivamente sostenuta dalla famiglia e non può avere un importo annuale maggiore di € 4.000,00;
  • possono essere riconosciuti assegni solo agli studenti che abbiano ottenuto la promozione alla classe successiva oppure a quelli che nell’ambito del secondo ciclo d’istruzione e formazione siano iscritti per la seconda volta alla classe prima con un cambio dell’indirizzo di studi.

b) FACILITAZIONI DI VIAGGIO

  • possono essere concesse unicamente alle famiglie degli studenti del secondo ciclo di istruzione e formazione ai quali risulti impossibile fruire utilmente del servizio di trasporto pubblico dalla propria residenza alla sede scolastica e viceversa;
  • l’intervento si realizza attraverso l’erogazione di un contributo forfetario calcolato sulla base della tratta da coprire che non sia però inferiore ai tremila metri;
  • tale misura costituisce la franchigia nella determinazione del contributo;
  • l’importo del contributo è definito sulla base della condizione economica familiare, secondo quanto stabilito dalla deliberazione della Giunta provinciale n. 1076 del 29 giugno 2015 e può avere un importo massimo di 400,00 Euro per un figlio e di 700,00 Euro per due figli.

Maggiori informazioni sul "Bando" disponibile in allegato.