Ti trovi in:

Home » Comun General » Organi istituzionali » Commissioni e gruppi di lavoro » Consei general per l'educazion e la formazion (L.P. 5/2006)

Menu di navigazione

Comun General

Consei general per l'educazion e la formazion (L.P. 5/2006)

di Martedì, 17 Settembre 2013 - Ultima modifica: Lunedì, 02 Luglio 2018

ita-IT Italiano lad-IT Ladin

Immagine decorativa

E' un importante organo di confronto, elaborazione e proposta previsto dall’articolo 46 della L.P. 7 agosto 2006, n. 5 (“Sistema educativo di istruzione e formazione del Trentino”).

Composizione

  • prof. Celestino Lasagna - Conseier de Procura, delegato dalla Procuradora del Comun General de Fascia
  • prof.ssa Mirella Florian - Sorastant della “Scola ladina de Fascia”
  • dott. Fabio Chiocchetti - Direttore dell’Istituto Culturale Ladino
  • prof.ssa Fernanda Favé - Vicepresidente dell’Union di Ladins de Fascia, delegata dal Presidente
  • rag. Renato Cemin- Presidente del “Consei de la Scola ladina de Fascia”
  • dott.ssa Sabrina Rasom - Presidente della Commissione esami di lingua ladina
  • dott.ssa Tiziana Ceol - rappresentante delle Scuole dell’Infanzia equiparate della Val di Fassa
  • dott. Sergio Dall'Angelo - rappresentante della Provincia Autonoma di Trento
  • rag. Roberto Pellegrini - designato dal Consei di Ombolc del Comun General de Fascia
  • prof. Umberto Martini - designato dal Consei del Procura del Comun General de Fascia
  • prof. Franco Soraperra - designato dal Consei del Procura del Comun General de Fascia
  • dott.ssa Marilena Defrancesco - designata dal Consei del Procura del Comun General de Fascia
  • rag. Luciana Detomas - nominata dal Consei General del Comun General de Fascia
  • prof. Cesare Bernard - nominato dal Consei General del Comun General de Fascia.
Competenze

Il “Consei general per l’educazion e la formazion”:

  • individua le specifiche esigenze educative e formative della comunità ladina di Fassa
  • concorre con la Provincia alla definizione degli atti di indirizzo, programmazione e coordinamento rivolti all'istituzione scolastica e formativa ladina
  • si adopera inoltre per promuovere la tutela della lingua e della cultura ladina, per armonizzare le iniziative di politica linguistica con l’organizzazione della scuola ladina e per rafforzare il sentimento di identità, creando una rete di confronto e di collaborazione tra le diverse realtà istituzionali presenti sul territorio.