Ti trovi in:

Menu di navigazione

Comun General

Consulta Ladina (L.P. 6/2008)

di Martedì, 17 Settembre 2013 - Ultima modifica: Giovedì, 23 Agosto 2018

ita-IT Italiano lad-IT Ladin

Immagine decorativa

La Consulta Ladina è un organo consultivo previsto dall'art. 26 della L.P. 19 giugno 2008, n. 6 "Nome di tutela e promozione delle minoranze linguistiche locali".

La Consulta fa capo ai Servizi linguistici e culturali.
Con deliberazione del Consei de Procura n. 12/2018 del 20 febbraio 2018 sono stati nominati a far parte della Consulta Ladina i signori: 

  • sign.ra Elena Testor, Procuradora del Comun general de Fascia con funzioni di Presidente
  • dott.ssa Sabrina Rasom, funzionaria del C.G.F. esperta in materia di politica linguistica
  • dott. Fabio Chiocchetti, rappresentante designato dall'Istituto Culturale Ladino "Majon di Fascegn"
  • prof.ssa Mirella Florian, Sorastant della Scola Ladina de Fascia
  • sign Marco Dellantonio, rappresentante designato dall'A.P.T. della Val di Fassa
  • geom. Daniela Favé, rappresentante designato dalla Union di Ladins de Fascia quale esponente dell'associazionismo culturale della Val di Fassa
  • sig.ra Lucia Gross, rappresentante designata dall'Union di Ladins de Fascia
  • dott.ssa Olimpia Rasom, membro esperto a livello interladino. 
  • dott. Matteo Soraperra, rappresentante per il settore giovanile. 
Competenze

La Consulta Ladina ha il compito di:

  • analizzare le istanze e i bisogni espressi dalla comunità ladina di Fassa in ordine alla promozione della lingua e della cultura
  • assegna le priorità ed elabora conseguentemente le linee di politica linguistica ai fini della tutela e della valorizzazione della lingua ladina.

La Consulta propone al Comun General un piano organico di interventi articolato per tipologie e modalità di accesso alle risorse e distinto in progetti strategici, attività ordinarie e sostegno ad iniziative puntuali proposte da enti ed associazioni.

Presidente