Menu di navigazione

Guida alla Val di Fassa

Mazzin

I boschi e l'aria pura

20 milioni di individui; più di 2.000 per ogni abitante della Val di Fassa!

Tanti sono gli alberi adulti che popolano questa valle, proteggendola dall'erosione e vestendone le pendici. Si tratta quasi esclusivamente di conifere: abete rosso per la massima parte (80%), ma anche larice (15%), pino cembro (3%) e pino silvestre (2%). Insieme formano foreste che si estendono per circa 11.000 ettari e rappresentano più di due terzi di tutta la superficie coltivata. Basti pensare che solo le quote più alte sono lasciate alla libera evoluzione naturale, mentre più del 70% delle aree boscate è coltivato secondo tecniche che ne rafforzano lo spessore ambientale ed ecologico.

L'uso del bosco è infatti praticato fin dai tempi più remoti e testimonia l'esistenza in valle di un'organizzazione sociale avanzata e complessa che viveva in simbiosi con la natura. Di questa epoca arcaica giungono a noi gli echi attraverso i miti, i riti ed i cerimoniali che permeano la cultura ladina.

Ancora oggi in val di Fassa c'è la tradizione della regalia che consiste nel porre un piccolo abete sul tetto di una nuova casa per indicare che il tetto è ultimato.

-