Menu di navigazione

Guida alla Val di Fassa

Vigo di Fassa

La lingua e l'identità ladina

Il Ladino è una lingua romanza di origini molto antiche e rappresenta la parte residuale di un più vasto sistema linguistico che un tempo si estendeva in tutta l'Europa galloromana e ancora oggi contraddistingue culturalmente le Dolomiti, il Friuli ed i Grigioni.

E' una lingua di montagna: le sue strutture linguistiche sono specializzate per rappresentare, con la massima espressività possibile, i caratteri dell'ambiente alpino. Le parole più antiche formano un "vocabolario tecnico" e appartengono alle lingue dei popoli preindoeuropei che abitavano le Alpi prima dell'invasione romana. Si tratta delle cosiddette "parole alpine" quali ad esempio crepa (= vetta rocciosa), piz (= cima, picco), toèl (= gola montana priva di vegetazione), boa (= frana di terra), troi (= sentiero), baranchie (= pino mugo), dascia (= frasca d'abete).

Nel tono arcaico di queste parole pronunciate oggi quotidianamente nelle scuole, nei telegiornali, nei dialoghi familiari, risuonano le voci di questi popoli antichi. Sono le parole della natura e una parte viva dell'esperienza della comunità.

-