Ti trovi in:

Home » Guida alla Val di Fassa » Ambiente e territorio » Raccolta regolamentata dei funghi

Menu di navigazione

Guida alla Val di Fassa

Raccolta regolamentata dei funghi

Immagine decorativa

In accordo con i Comuni di Fassa, il Comun General gestisce e coordina fin dal 1997 la raccolta regolamentata dei funghi.

In Val di Fassa è stato costituito un unico ambito territoriale omogeneo per la raccolta dei funghi.
La competenza in materia di regolamentazione del servizio e di raccolta dei proventi è stata affidata dai Comuni all'ex Comprensorio Ladino e viene ora gestita dal Comun General.
In Provincia di Trento la raccolta dei funghi è libera e gratuita per tutti i residenti rispettando alcuni criteri e regole di comportamento.
I non residenti in Provincia devono presentare una denuncia di raccolta e pagare una somma che varia a seconda della durata del periodo di raccolta: 1 giorno, 3 giorni, 7 giorni, 15 giorni, 30 giorni, 90 giorni e 180 giorni.
La materia è disciplinata dalla L.P. 23 maggio 2007, n.11 ("Governo del territorio forestale e montano, dei corsi d'acqua e delle aree protette") e dal relativo Regolamento di attuazione del 26 ottobre 2009.

Per maggiori chiarimenti è possibile scaricare il pieghevole informativo e la normativa provinciale di riferimento.

Ai sensi dell'art. 17 del D.P.P. 26 ottobre 2009, n. 23-25/Leg. il Comun General può rilasciare permessi speciali gratuiti, anche oltre le quantità consentite, a favore di:

  • associazioni ed enti aventi carattere culturale, scientifico, didattico, in occasione di mostre, corsi, congressi nazionali ed internazionali in campo micologico, svolti nel territorio provinciale e per la durata delle manifestazioni medesime;
  • soggetti di dichiarata fama nell'ambito di attività di studio e ricerca in campo micologico, per la durata della ricerca.

Qui sotto è disponibile il modulo di domanda da scaricare e da inviare compilato in ogni sua parte, allegando la fotocopia di un documento di identità del richiedente.

Altre informazioni sul sito del Servizio Foreste e Fauna (apre il link in una nuova finestra) della Provincia Autonoma di Trento.